Dopo i casi Barroso e Kroes, Juncker deve rafforzare le norme sul conflitto di interessi – Gianni Pittella

Dopo i casi Barroso e Kroes, Juncker deve rafforzare le norme sul conflitto di interessi

Come molti cittadini europei, sono scioccato dalle rivelazioni dei “Bahamas Leaks”. Pare che l’ex commissaria UE per la concorrenza e per l’agenda digitale, l’olandese Neelie Kroes, sia stata direttrice di una società off-shore registrata alle Bahamas durante il suo mandato, violando così il codice di comportamento della Commissione che impedisce ogni tipo di attività esterna. Se confermato, sarebbe vergognoso. Ci aveva già pensato Barroso a minare l’immagine e la credibilità della Commissione, annunciando che lavorerà per Goldman Sachs. Ora abbiamo un ex membro del suo team che rischia di danneggiare ulteriormente la reputazione delle istituzioni europee. Chiediamo a Juncker di modificare le regole di condotta della Commissione, per evitare nuovi conflitti di interesse così evidenti. Il Gruppo che presiedo sta inoltre lottando da almeno due anni per l’approvazione di nuove misure contro frode ed evasione fiscale in Europa. Le nostre richieste sono chiare: vogliamo una lista europea dei paradisi fiscali e sanzioni per coloro che aiutano le compagnie a nascondere i loro soldi in quei Paesi e vogliamo che le tasse si paghino nei Paesi in cui si fanno i profitti. Non possiamo più aspettare.





Iscriviti alla newsletter di Gianni Pittella

Per essere sempre aggiornati sulle attività e sugli appuntamenti di Gianni Pittella

ISCRIVITI

Facebook

Twitter


In evidenza