L’embargo USA contro Cuba colpisce cittadini e crescita economica, andrebbe ritirato – Gianni Pittella

L’embargo USA contro Cuba colpisce cittadini e crescita economica, andrebbe ritirato

Gianni Pittella incontra il Ministro cubano Rodrigo Malmierca Diaz

Nel corso della mia missione a Cuba ho avuto modo di confrontarmi con il Ministro per il commercio estero e gli investimenti stranieri, Rodrigo Malmierca Diaz. Entrambi abbiamo espresso la volontà di intensificare la cooperazione politica, economica e culturale tra Europa e Cuba, attraverso una rapida firma dell’accordo di dialogo politico e cooperazione.

L’incontro è stato anche occasione per affrontare la questione dell’embargo. Crediamo che, a fronte degli sforzi di modernizzazione e sviluppo messi in atto dalle autorità cubane, sia opportuno ritirare un provvedimento che ostacola questo processo.  L’embargo statunitense è, di fatto, una punizione ingiusta e obsoleta contro il popolo cubano. È tempo di voltare definitivamente pagina rispetto al secolo scorso. Inoltre, l’embargo ha un impatto sulle imprese europee operanti a Cuba; anche in caso di relazioni politiche completamente aperte, la permanenza dell’embargo continuerebbe a ridurre le reali possibilità di commercio e investimenti tra Europa e Cuba.

È anche giunto il momento per l’Europa di accelerare il processo verso la firma dell’accordo di dialogo politico e cooperazione. Il Gruppo S&D difende sempre il dialogo e ha evidenziato quanto sia ingiusto il fatto che Cuba sia l’unico Paese dell’America Latina non legato all’Unione europea da uno strumento giuridico. La rimozione dell’embargo, unitamente alla firma dell’accordo, consentirà all’UE di rispondere in modo più efficace al processo di modernizzazione in corso a Cuba.





Iscriviti alla newsletter di Gianni Pittella

Per essere sempre aggiornati sulle attività e sugli appuntamenti di Gianni Pittella

ISCRIVITI

Facebook

Twitter


In evidenza