Riportiamo l’educazione civica a scuola – Gianni Pittella

Riportiamo l’educazione civica a scuola

Gentile Ministro dell’Istruzione,

Dovere fondamentale della scuola è quello di offrire gli strumenti culturali per diventare dei buoni cittadini.

Tenuto conto di ciò, pare indubbio che sia stato un errore negli anni passati abrogare l’insegnamento della educazione civica, che mirava a fornire le nozioni essenziali in materia di diritti e doveri civici, nonché sul funzionamento delle istituzioni che li garantiscono.

Occorre rimediare a quell’errore ripristinando l’insegnamento e rinnovandone i contenuti, considerato che nel mondo dell’interdipendenza è bene conoscere non soltanto la Costituzione e le leggi fondamentali nazionali, ma anche il diritto comunitario e il sistema dei diritti umani che sempre più vanno assumendo una funzione costituente, attraverso la creazione di nuovi istituti ed autorità.

Si tratta, attraverso la scuola, di rendere un servizio indispensabile ad una comunità nazionale sempre più interetnica e, quindi, alle prese con l’esigenza di diffondere la conoscenza di principi e valori che sono alla base di una pacifica convivenza.

Anche a nome dell’associazione Laboratorio Democratico che noi rappresentiamo e di migliaia di cittadini sensibili a questo tema, Le chiediamo pertanto di provvedere in tal senso.

Con la più viva cordialità,

Gianni Pittella

Salvo Ando’

Leonardo Impegno

Michela Rostan